Il professor Marco Cosentino, ordinario di farmacologia all’Università dell’Insubria, mostra in Senato il titolo del Corriere della Sera sullo studio dal quale emergerebbe che vaccinati contagiano meno. Poi rivela: “Le conclusioni di quello studio sono ben diverse”. Ovvero: gli asintomatici sono contagiosi tanto quanto i vaccinati nei primi 2-3 mesi; i vaccinati dopo 3 mesi contagiano quanto i non vaccinati; l’80% dei contagi avviene a casa e non in pubblico. La conseguenza? “L’assunto principale su cui si regge il Green Pass, che i vaccinati non contagino, è infondato”.