Pubblichiamo volentieri questo post, una vera e propria lettera ad un medico vaccinatore, presente in una grande chat medica che, in pochi giorni dalla sua nascita, ha già raggiunto la cifra di quasi 800 medici. Vi esortiamo a farla girare tantissimo, affinché chi vaccina sia consapevole dei rischi a cui si espone, contrariamente a quanto si creda comunemente.

Caro Medico vaccinatore,

tu che ‘sulla mia pelle’ guadagni 80,00 € all’ora X 6 ore al giorno = € 480,00 al giorno, e quindi circa 13.000,00 al mese seguendo ordini illegittimi e tradendo il giuramento di Ippocrate, SAPPI che:

nello “scudo penale” introdotto con DL 1 Aprile 2021 n°44 si menzionano gli articoli di Legge a cui si riferisce che sono unicamente gli Articoli 589 e 590 del Codice Penale.
Il Legislatore si dimentica l’Art. 579 del Codice Penale e del più importante Art. 5 del Codice Civile.

Articolo 5 Codice Civile
Gli atti a disposizione del proprio corpo sono vietati quando cagionino una diminuzione permanente dell’integrità fisica, o quando siano altrimenti contrari alla legge (579 c.p.), all’ordine pubblico o al buon costume (32 Cost.)

Articolo 579 Codice Penale
Chiunque cagiona la morte di un uomo, col consenso di lui, è punito con la reclusione da sei a quindici anni.
Non si applicano le aggravanti indicate nell’articolo 61.
Si applicano le disposizioni relative all’omicidio(*) se il fatto è commesso:
1) contro una persona minore di anno diciotto;
2) contro una persona inferma di mente, o che si trova in condizioni di deficienza psichica, per un’altra infermità, o per l’abuso di sostanze alcoliche o stupefacenti;
3) contro una persona il cui consenso sia stato dal colpevole estorto con violenza, minaccia o suggestione, ovvero carpito con l’inganno;

(*) Chiunque cagiona la morte di un uomo è punito con la reclusione non inferiore ad anni ventuno.

Responsabilità penale da somministrazione del vaccino anti Sars-Cov-2

  1. Per i fatti di cui agli articoli 589 e 590 del codice penale verificatisi a causa della somministrazione di un vaccino per la prevenzione delle infezioni sa SARS-CoV-2, effettuata nel corso della campagna vaccinale straordinaria in attuazione del piano di cui all’articolo 1, comma 457, della legge 30 Dicembte 2020, n°178, la punibilità è esclusa quando l’uso del vaccino è conforme alle indicazioni contenute nel provvedimento di autorizzazione all’immisione in commercio emesso dalle competenti autorità e alle circolari pubblicate sul sito istituzionale del Ministero della Salute relative alle attività di vaccinazione.